giovedì 18 dicembre 2014

Non fate mai incazzare Mc Gyver

Inizio dicendo che se non avete mai visto Mc Gyver non saprete mai come costruire delle canne di bambù che sprigionano lacrimogeno, e questo già di per sé è una cosa abbastanza triste. ^^
Ma sì dai, il biondino, l'agente operativo del governo (poi collaboratore della fondazione Phoenix) che con un po' di cenere, un tubo di gomma, quattro bicchieri ed una bottiglia riusciva a eludere sofisticati sistemi di sicurezza. No? Non vi dice niente? Male!
Ogni bravo ragazzo nato negli '80 sa bene chi è Mc Gyver e sicuramente ha provato almeno una volta (una sola?) ad emularlo. Certo, lui riusciva a liberarsi da pericolosi terroristi costruendo una catapulta col telaio di un letto e le molle di un materasso e tu al massimo riuscivi a legare assieme due legni che sparavano un elastico, ma che importava? Non lo invidiavi certamente per il fatto che lui preparava esplosivo al plastico con materiali di recupero mentre tu tutt'al più riuscivi a far incazzare tua madre mescolando nel lavandino i vari detersivi che trovavi in bagno. No, niente invidia per il buon Angus... perché era il tuo eroe senza macchia, quello che non beveva e odiava le armi, il solitario che non cadeva nel cliché del "single donnaiolo".
Ma guai a farlo incazzare! Terroristi, organizzazioni criminali, boss spietati e molti altri cattivoni l'hanno imparato a loro spese. Col suo fido coltellino svizzero e un ingegno sconfinato, Mc Gyver era inarrestabile.
Non fate mai incazzare Mc Gyver!

4 commenti:

  1. Tutt'oggi è identificato come icona dell'uomo che si riesce a risolvere sempre e comunque. Del tipo: guerra nucleare? Lui sopravvive con uno stuzzicadenti, un accendino e una foglia d'erba :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e sei stato largo a concedergli materiali! ;)

      Elimina
    2. ...era pur sempre una guerra nucleare!!! :)

      Moz-

      Elimina